lunedì 12 maggio 2008

Contrapposizioni

Ribelle: Sei solo un servo, fai quello che vogliono perchè non hai le palle per opporti a loro!
Obbediente: Faccio quello che credo giusto. Se volessi oppormi, lo farei. Ma chi ti dice che quello che ti chiedono sia per forza sbagliato?
R: Cazzate! Ti fanno credere che sia giusto, ma è solo un condizionamento, quello che conviene per farti fare esattamente quello che torna a loro vantaggio.
O: Come se io non fossi in grado di ragionare... ed invece, il tuo opporti a tutto e tutti, è più logico? L'essere semplicemente "contro" ha più senso, secondo te? E' un modo per essere servi, ma al contrario: fai l'opposto di quello che credi che si aspettino, ma senza pensare a quale sia la cosa migliore per te!
R: Almeno so per certo di non fare gli interessi di un'entità che vuole solo asservirmi, come fa con te, cane ubbidiente! E quello che pensi sia meglio per te è solo per l'osso che ti tirano sotto la tavola!
O: Lo credi tu, di non essere controllabile: se fai esattamente l'opposto di quel che è logico e normale, sei "controllabile" come chiunque altro, sei perfettamente prevedibile, alla faccia del tuo alternativismo, della tua differenza uguale a quella di tutti gli altri.
R: Cazzo dici? Chi ti dice che sia normale fare quello che ti viene ordinato? Solo perchè ti piace farti comandare, non significa che sia normale essere ubbidienti!
O: Farsi controllare non piace a nessuno, che credi? Ma, a differenza tua che preferisci disubbidire anche a ciò che è giusto, io decido di fare quello che si deve, prima che mi sia ordinato, così da non sentirmi dire cosa devo o non devo fare!
R: Come se questo non significasse ricevere ordini, ipocrita che non sei altro, gli ordini semplicemente sono nella tua testa, prima ancora di passare dalle orecchie: te li hanno impressi nel cervello e ti hanno reso schiavo per sempre!
O: La tua testa, invece, è talmente vuota che non capisci nemmeno che alcune cose si fanno perchè è giusto farle, non per altre ragioni: crescendo si capisce cosa bisogna saper fare per considerarsi maturi, è la cosa che ti rende adulto!
R: Meglio restare infantile, se significa non piegarsi alle logiche del potere ed al servilismo...
O: Preferisci restare un bambino, in modo che nessuno ti possa prendere sul serio?
R: Per nessuno intenderai nessuno dei tuoi padroni, immagino...
O: Insisti? Io non ho padroni, faccio quello che è giusto!
R: Stronzate, sei un fottuto leccaculo del potere!
O: E tu sei un anticonformista per moda!
R: Bastardo, proprio tu tirare in ballo la moda!
O: Come se la tua non fosse solo una tendenza come un'altra!

Scatta la rissa.

Il disagio è se tale dialogo è in una testa sola.

15 commenti:

Fuma ha detto...

L'eterna lotta fra la conformità e l'anticonformismo. Talmente eterna che a volta si confondono uno con l'altro e si scambiano di ruolo
Nel 2008 anticonformista è un fervente cattolico. Conformista è chi si indigna in seguito ad un servizio su Striscia la notizia.
Anticonformista è un'enciclopedia on line satirica (e parodistica) che prende per il culo tutto e tutti
Conformista è chi denuncia tale sito perché, secondo loro, incita i giovani italiani a diventare emo dandogli tutte le istruzioni per un taglio perfetto.

Poros ha detto...

Io, per quelli che hanno querelato Nonciclopedia, avrei usato piuttosto il termine di menteccati, e per i Nonciclopediani che ne hanno fatto una non-news e dei disclaimer spassosi, persone equilibrate. ;-P

ligeia ha detto...

vedo del bipolarismo, a fare la mia conoscenza ci si rimette a quanto pare.

Poros ha detto...

Beh, non esageriamo, mica puoi assumerti la responsabilità per qualcosa che è presente da mooolto prima di conoscerti... e non direi bipolarismo (che poi mi piace poco, come parola), ma anarchia: queste sono solo due voci nella bolgia. ;-P

Anonimo ha detto...

Ma quest'anno vai a Rimini???

Poros ha detto...

No, c'è poca roba interesante per la chirurgia, e non ci va nessuno...
Ma che c'entra?

scacchino ha detto...

Beh, ma è proprio necessaria questa contrapposizione manichea? La questione è che si può scegliere caso per caso, situazione per situazione, ambito per ambito. Sta proprio qui il bello, ed è l'unica speranza di non dare riferimenti troppo precisi al resto del mondo. come diceva Bruce Lee: be water my friend.

Poros ha detto...

Non è necessaria, ma a volte c'è, c'è poco da fare... Poi, sulla mediazione, concordo che sia la soluzione migliore.

Dee Dee Stenio ha detto...

Come se non fosse un merito incoraggiare gli emo a suicidarsi, e favorire la dipartita...

Anonimo ha detto...

MALEDETTO SATANA CREPA!

Poros ha detto...

@dee dee: e vabbè, ma prima c'è da pensare ai Pornobimbo, direi...

@Anonimo: Tsè, non basterebbe il Papa, figuriamoci un laico tipo te...

scacchino ha detto...

Pornobimbo????

Fuma ha detto...

Clod, controlla sul mio blog. C'è ancora la notizia con il link alla NonNews.

Fabio ha detto...

spam costruttivo: nanni non prendere impegni per il 13 giugno, potresti conoscere un giornalista che di sicuro ti piace:D

Poros ha detto...

Doh! Il tredici si laureano un botto di persone che conosco, in quel di Pisa...