sabato 31 marzo 2007

E mo' basta, però!

Ovvio che avessi avessi seguito la vicenda sulla problematica dei DICO e sull'ingerenza della chiesa nelle faccende dello stato italiano, ovvio che mi fossi fatto un'opinione, ovvio quale potesse essere (vedi titolo del blog), ma per ora non avevo commentato proprio per evitare ovvietà...
Però ora si esagera: ecco a cosa porta la molluscaggine di certi governanti: leggendo QUI, possiamo scoprire che uno dei rappresentati più in vista della Chiesa(TM) equipara i DICO alla pedofilia ed all'incesto.
Certo, io mi sono stupito il giusto, perchè so che nelle gerarchie ecclesiastiche circolano elementi carichi di razzismo e pregiudizi(anche quelli con fama di essere "moderni"), ma spero bene che queste affermazioni facciano aprire gli occhi a quelli che finora cercavano di interpretare i loro discorsi in chiave moderata... ora non è più possibile farlo, almeno in un contesto normale; non certo fra i politici, dove già si sono sollevati molti scudi; ma si sa, in politica si riesce a giustificare tutto, tranne la ragionevolezza.
Ritornando ai nostri fondamentalisti cattolici, come si fa a paragonare la legalizzazione di due atti espressamente vietati dal codice penale, con la regolazione di situazioni già presenti nella società, anche se prive di tutela?
Ormai la sfacciattaggine dei gradi superiori del clero ha raggiunto livelli ben oltre all'ingerenza o al ricatto morale sui fedeli, io direi che sono ormai penalmente perseguibili.
Perchè non ci sono pm che avanzano le accuse di "istigazione all'odio razziale" o politici che dichiarano che ormai sono rotti i patti lateranensi, e quindi lo stato italiano non è più tenuto a rispettarli? Via gli insegnanti di religione scelti dalla chiesa, via l'otto per mille, reintroduzione dell'ICI su tutti gli edifici ecclesiastici, compresi quelli di culto (che tanto ci guadagnano poco, dalle visite alle chiese!).
E poi si vede: non è che i laici sono più coglioni, che devono essere richiamati al rispetto da persone che rispetto non solo non ne hanno, ma soprattutto non se ne meritano!

9 commenti:

bruno ha detto...

Non ci voglio credere....cacchio, !?!?!? cmq vedo che hai messo a frutto il tempo che l'attività di STUDENTE PART TIME ti mette a disposizione....Come mai non mi hai parlato del blog?!!?!? Oramai davvero cani e porci tengono un blog.... Dovrai capire il mio stupore quando in maniera del tutto casuale, in un momento di supercazzeggio, mi sono imbattutto in sto coso che parlava di panuozzi...NON CI VOGLIO CREDERE

Poros ha detto...

Bello perchè io avrò il tempo dello studente part-time, ma te che lavori hai i "momenti di supercazzeggio", ed in orario di ufficio...

ni ha detto...

ohoooooo!!!!! Salve Brvno!!!

Dico Giova, ma cosa mi dici sui dico??? Dai diciamocelo, quelli del clero vuoi che non dican stronzate????

Evviva!!!!! Festeggiamo il cazzeggio full-time di chi vive part-time!! (questa mi suona preoccupante)

ni ha detto...

perchè rappresenterebbe me eh!!!! beninteso!

kikka ha detto...

questo cazzeggio di panuozzi ci renderà inservibili prima del tempo...dannazione...

bruno ha detto...

"DIETRO OGNI BLASFEMO C'E' UN GIARDINO INCANTATO"

ni ha detto...

la frase di brvno potrebbe anche essere una fantasiosa metafora che preferirei non immaginare...

Per precauzione tuttavia l'oroscopo, caro blasfemo, consiglia un bidet...^_____^

buona pasqua!

Poros ha detto...

La frase di Bvno è il sottotitolo della canzone di De Andrè che dà i nome al blog, caro nico... male, male, non hai studiato... di corsa a posto e per domani ripassa tutto "non al denaro, non all'amore nè al cielo", ti aspetta un'interrogazione di riparazione... :-P

ni ha detto...

veramente era solo per infierire su di te aggratisse carissimo patatone
quasi dottore

ma risentirò cmq tanto per godere ancora un po' del poeta

bleeeeeé! ;)